Conca del Bertazzolo

Il borgo di Governolo sorge in un punto nevralgico della navigazione lungo il fiume Mincio, che in origine passava nel centro del paese. Gli avvenimenti storici legano questo territorio - secondo la tradizione - all'incontro (nel 452)  tra Papa Leone Magno ed Attila, che venne convinto dal vescovo di Roma a non proseguire la sua calata verso la città eterna. La prima chiusa venne probabilmente realizzata a Governolo nel 1190 dall’ingegnere bergamasco Alberto Pitentino, con l’intento di regolare il livello dell’acqua del fiume, evitare l’ingresso delle acque del Po in piena e rendere più sicura la non lontana città di Mantova. Il sostegno era costituito da un’unica bocca, poi raddoppiata nel 1394 dal IV capitano di Mantova Francesco Gonzaga. L’assetto attuale della conca è del secolo XVII, dopo che l'ingegnere Gabiele Bertazzolo, su incarico del duca Vincenzo I Gonzaga, realizzò nel 1608 un'imponente opera idraulica, per consentire la navigazione nel Mincio e contemporaneamente controllare il livello delle acque.

 

Die Schleuse von Governolo spricht von Attila, der Hunnenkönig und vom Papst Leo der Große: die Legende sagt, dass sich die zwei hier in der Nähe von Governolo im Jahr 452 getroffen haben. Die Geschichte geht weiter und im Spätmittelalter kämpfen die Gonzaga gegen die Visconti aus Mailand, immer hier, immer in diesem Gebiet, wo der Fluß Mincio in Po mündet. 1608 wird die Schleuse vom Ingenieur Gabriele Bertazzolo renoviert und  wir  sehen heute den modernen Wiederaufbau des 19. Jahrhunderts. Das Wort Schleuse leitet sich vom mittellateinischen sclusa (Wehr) ab, das seinen Ursprung im lateinischen excludere (ausscließen) hat.


The lock of Governolo brings us back to the period of Attila king of the Huns. It is said that somewhere near Governolo, in 452 A.D., Pope Leo the Great obtained from the Hun the promise that he would withdraw from Italy. The lock was probably built in 1190, by  the engineer Alberto Pitentitno, to control the water level. Than under the Gonzaga government, first in 1394 and later in 1608, the lock was renewed, by the engineer Gabriele Bertazzolo, in order to let ship sail along the river Mincio and to prevent that the river Po in flood could enter into the river Mincio.

 

HOME PAGE