SANTA BARBARA

La basilica palatina di Santa Barbara viene costruita dall'architetto e prefetto delle fabbriche Giovanni Battista Bertani, tra il 1562 ed il  1572, su commissione del Duca Guglielmo e della moglie Eleonora d'Asburgo, in occasione della nascita del loro erede Vincenzo.

Al lavoro per Santa Barbara - 22 giugno 2012
Al lavoro per Santa Barbara - 22 giugno 2012

Nei progetti del Duca Gugliemo, questa chiesa con pianta a croce latina, provvista di presbiterio rialzato, sotto cui si trova una cripta (a tre navate, conclusa da un sacello a pianta ellittica), doveva essere il mausoleo di famiglia.

La chiesa viene poi dedicata a Santa Barbara, in memoria di Barbara Hohenzollern del Brandeburgo (ritratta da Mantegna nella celeberrima Camera degli Sposi, accanto al marito Ludovico II), bis- bisnonna del Duca Guglielmo.

 

Nella realizzazione di questo progetto, Bertani riserva particolare attenzione al campanile, non a caso collocato al centro del palazzo a forma di città, che diventa il vero e proprio fulcro di tutta la corte, metafora eloquente del potere e dell'autorità del principe, nel microcosmo gonzaghesco.

 

Pertanto, l'attenzione del progettista è stata anche quella di costruire un'opera il più possibile resistente ai terremoti (vivi, infatti, erano ancora i ricordi di quello del 1560) e di conseguenza la parte terminale del campanile, costituita da colonne, viene cerchiata internamente con un doppio anello in ferro battuto.

Questo accorgimento costruttivo ha permesso alla parte apicale della struttura di non collassare e cadere, subendo però gravi danni con l'ultimo sisma del 29 maggio 2012

I Vigili del Fuoco, nella fase iniziale del loro intervento, hanno consolidato l'opera con alcuni puntellamenti nella parte maggiormente lesionata e un cerchiaggio; nella seconda fase, che ha preso il via il 26 giugno, hanno iniziato a posizionare una struttura di contrafforti reticolari in tubi innocenti, che andrà ad ingabbiare la parte alta del campanile per garantirne la definitiva messa in sicurezza. (www.vigilfuoco.it)

 

Non si dimentichi, infine, che Santa Barbara è anche la patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.